Gli studenti tropeani nel mondo del lavoro

Il progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dall’Istituto di Istruzione Superiore di Tropea prosegue nella sua opera di crescita e valorizzazione del patrimonio studentesco.

In quest’ottica si è tenuto oggi il Job Day, importante iniziativa volta ad avvicinare i ragazzi a quel mondo del lavoro che sembrerebbe così lontano dalle logiche scolastiche ma che trova un punto di contatto grazie alla forte sinergia tra le associazioni economiche locali e la scuola stessa.

La Federalberghi di Vibo Valentia, rappresentata da Marie Christine Born, l’Asalt, presieduta da Massimo Vasinton, e la Cogetur, guidata da Antonio Loiacono, in virtù dal protocollo d’intesa siglato con il dirigente dell’IIS, Nicolantonio Cutuli, hanno infatti partecipato alla giornata, tenutasi oggi presso l’Istituto Alberghiero di Tropea, nella quale si sono svolte decine di colloqui lavorativi per i giovani studenti.

«Ci sono stati ben ventitré operatori economici del settore turistico alberghiero – ha spiegato Cutuli – e i ragazzi hanno avuto modo di vivere l’esperienza di un vero e proprio colloquio di lavoro: hanno portato un curriculum, dopo essere stati preventivamente preparati su come stilarlo e su come affrontare gli esaminatori».

Un’importante iniziativa che avrà delle ricadute sul piano economico e lavorativo durante la prossima stagione e che non riguarda solo l’istituto alberghiero:

«Hanno partecipato anche i ragazzi del Liceo Classico e Scientifico – ha proseguito il dirigente – perché i profili professionali richiesti non riguardavano solo il personale di cucina e di sala, ma anche front office, back office, web master, tutte figure di recente istituzione nel campo turistico».

Gli operatori economici presenti si sono detti molto soddisfatti, così come i ragazzi che spesso si ritrovano a fare i conti con una diffusa sfiducia legata al mondo del lavoro locale. L’attenzione degli addetti ai lavori si è concentrata in particolare su questo punto per spingere i ragazzi ad avvicinarsi al mondo dell’ospitalità, un settore sempre più in crescita e di grande importanza in una zona come quella di Tropea e della Costa degli Dei:

«La forte vocazione turistica che ha il territorio richiede professionalità di altissimo livello che gli istituti tecnici turistici ed enogastronomici possono fornire ampiamente» ha concluso Cutuli.

Autore dell'articolo: Alessandro Stella

Alessandro Stella
Scrittore apprezzato - è l'autore del giallo calabrese più letto del 2016 ("La donna di Susa", edito da Pellegrini) e del romanzo "Il pianto del monachello" 2017 - ha ricevuto vari premi per le sue opere edite ed inedite. Come giornalista ha collaborato con Calabria Ora, Il Quotidiano della Calabria, Tropeaedintorni.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.