Il nuovo Informa è in distribuzione su tutta la Costa degli Dei

Il 2018 segna un altro grande passo in avanti per Pubblicom e per il nostro network. Infatti, se da un lato viene ulteriormente ampliata sul web la copertura del territorio, con il lancio del nuovo sito JoppoloInforma.it, dall’altro si registra la nascita di una nuova testata cartacea in distribuzione su tutta la Costa degli Dei.
Nel mese di marzo è stato infatti dato alle stampe il primo numero di “Informa”, il bimestrale che raccoglie l’eredità delle tre pubblicazioni precedentemente edite dalla Meligrana editore per i comuni di Tropea, Ricadi e Drapia. Del resto, è proprio la sinergia tra i responsabili di queste tre testate e alcuni nuovi collaboratori (tra tutti Annalisa Fusca, Ilaria Giuliano, Carmelina Pontoriero, Ambrogio Scaramozzino, Alessandro Stella) a rendere possibile questa nuova iniziativa editoriale promossa da Pubblicom e dalla Meligrana editore.
Con questo nuovo prodotto, che cresce sia nel formato che nei contenuti, gli ideatori Fabio Muzzupappa, Fabrizio Giuliano e Giuseppe Meligrana raccolgono la sfida di regalare all’intero territorio costiero un proprio organo di informazione, mantenendo la ricetta collaudata delle tre testate precedenti, che consentirà alle amministrazioni locali di avere una pagina di informazione istituzionale a basso costo e offrirà un’aumentata visibilità ai tanti sponsor che con la loro presenza consentono la realizzazione dell’intero progetto.
Informa continua a proporre ai propri lettori notizie e informazioni positive, con l’obiettivo di promuovere le eccellenze della nostra terra e di conoscere le esperienze di chi si adopera per tenere alto il nome del proprio paese d’origine. Rimangono quindi le interviste ai nostri conterranei che si danno da fare all’estero o quelle ai nuovi concittadini provenienti da ogni dove, che hanno scelto di mettere radici nei nostri comuni. Resta l’idea di fondo di far conoscere imprese e aziende che creano sviluppo e fanno girare l’economia locale. Resta la voglia di far conoscere iniziative editoriali, eventi culturali e spettacoli. Resta, tra le altre cose, la ferma volontà di informare i lettori su nuove opportunità offerte dal territorio, dal web, o dalla lettura di norme e leggi spesso poco conosciute.
Oltre alle conferme, il nuovo Informa è comunque caratterizzato da una serie di novità. Innanzitutto cresce nel formato, diventando un tabloid, per dare più spazio ai vari comuni: oltre a Tropea, Ricadi e le sue frazioni, Drapia e i suoi centri collinari, il nuovo giornale avrà anche pagine dedicate a Joppolo e Spilinga, con l’impegno di riuscire a coprire altri comuni del comprensorio nelle prossime uscite. Aumenta pertanto la foliazione, e ciò ci consente di dedicare le prime pagine a tematiche di carattere generale, seguite da sezioni dedicate ai vari comuni.
Per quanto riguarda la capillarità della presenza del bimestrale sui comuni della costa, basta aggiungere che continuerà ad essere distribuito porta a porta e gratuitamente nei comuni di Tropea, Ricadi e Drapia, mentre verrà consegnato in dei punti di distribuzione (supermercati e grandi esercizi commerciali) nei comuni di Joppolo e Spilinga. Il giornale valicherà comunque i confini fisici del nostro territorio grazie al web, poiché sarà inoltre distribuito in una sua versione online sfogliabile su Calameo e nella versione digitale in PDF presente nel nostro archivio, per poter essere stampato in ogni sua parte (clicca qui).

 

Autore dell'articolo: Francesco Barritta

Francesco Barritta
Direttore responsabile del bimestrale TropeaInforma e del sito collegato, è stato collaboratore delle testate "Calabria Ora" dal 2007 al 2010 e "Gazzetta del Sud" dal 2010 al 2012. Ha inoltre diretto il mensile "Tropeaedintorni.it" dal 2010 al 2014 e ha scritto articoli per varie testate.

1 commento su “Il nuovo Informa è in distribuzione su tutta la Costa degli Dei

    Fabrizio Bartolomucci

    (19 aprile 2018 - 13:27)

    Capisco Pizzo sia stata esclusa dal giornale in quanto esclusa dal circuito turistico per l’assenza di infrastrutture ferroviarie adeguate. Per questo vi invito a parlare del progetto presentato nel link accluso e vi di la disponibilità per partecipare aun’intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *