La seconda annualità del Piano di Formazione dei docenti

L’Istituto d’Istruzione Superiore Tropea, Polo Formativo dell’ambito, guidato dal Dirigente Scolastico prof. Nicolantonio Cutuli, rimette in campo per la seconda annualità le azioni finalizzate alla formazione del personale docente in servizio nella rete territoriale.
Da quest’anno tante sono le novità introdotte. Su tutte i nuovi compagni di viaggio che affiancheranno in quest’avventura l’Istituto tropeano, ovvero l’Istituto Comprensivo di Rombiolo (guidato dalla prof.ssa Maria Gramendola) e l’Istituto Comprensivo Vespucci di Vibo Marina (guidato dalla prof.ssa Maria Salvia).
Il sostegno dei due snodi formativi individuati nell’ambito Calabria013 è stata una scelta strategica per meglio agevolare la frequenza del personale in servizio e, nello stesso tempo, per garantire una maggiore condivisione del Piano Formativo d’Ambito con le scuole del territorio vibonese.
La prima Unità Formativa già attivata ufficialmente venerdì 04 Maggio scorso a Tropea ( e replicata o da replicare negli altri snodi locali) è stata incentrata sul tema della coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile. Relatore dell’incontro è stato l’Ispettore MIUR Maurizio Piscitelli, il quale si è soffermato sull’argomento «Gestione dei conflitti in classe e delle problematiche relazionali». L’Ispettore ha fornito interessanti spunti di riflessione fissando l’attenzione dei presenti sulla necessità di rendere il contesto scolastico «misterioso» e «affascinante» per gli studenti al fine di poter suscitare in loro interesse e attaccamento, prevenendo così i problemi del disagio e della dispersione.
Il Piano Formativo d’Ambito continuerà nel mese di Maggio e Giugno 2018 con incontri settimanali e lavori in piattaforma online riservati ai docenti.
Tra gli ospiti attesi spiccano sicuramente i nomi dei noti pedagogisti prof. Mario Castoldi (Università di Torino) e del prof. Giuseppe Spadafora (Università della Calabria), oltre ad altri importanti docenti dell’Università della Calabria che sono stati incaricati come Esperti Formatori.
Tra le altre tematiche che saranno oggetto di confronto ed esperienze formative per i docenti della rete abbiamo: la didattica per competenze, la valutazione, l’inclusione e la disabilità, la competenza in lingua straniera e anche un percorso di programmazione in equipe riservato al personale della sola scuola d’Infanzia.
Le attività e i percorsi intrapresi sono finalizzati a rendere le scuole della rete sempre più al passo con i tempi, nel tentativo di essere rispondenti ai bisogni di una società in continua evoluzione.

Autore dell'articolo: Angelo Stumpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *