L’Asalt fa un resoconto positivo sul lavoro dei Commissari

L’Asalt – Associazione Albergatori Tropea, iscritta a Unindustria Calabria sezione Turismo Vibo, Federalberghi VV e l’Asscomm Tropea, esprimono soddisfazione per l’impegno della terna commissariale, ma promette di vigilare sulla tassa di soggiorno

Abbiamo ascoltato con la massima attenzione le risposte fornite dalla terna commissariale alle questioni poste con la nota del 20.04.17. L’urgente incontro, svoltosi a distanza di 20 giorni dalla richiesta, ha dipanato alcune nubi e parzialmente rincuorato le associazioni che hanno preso atto delle iniziative messe in campo per affrontare la stagione turistica che, purtroppo, non è partita sotto i migliori auspici.
Apprezziamo la disponibilità dei commissari ma sulle soluzioni rappresentate e sulle risposte fornite nutriamo delle perplessità, ragione per cui ci riserviamo di esprimere in un prossimo futuro un giudizio particolareggiato alla luce di quelli che saranno gli sviluppi. La nostra struttura, qui la differenza dal passato, si avvale della collaborazione di uno staff di tecnici con competenze specifiche in materia di pubblica amministrazione che ci consente una valutazione molto accurata di quanto ci viene complessivamente prospettato.
Nell’incontro, svoltosi in un clima cordiale e di collaborazione, abbiamo ricevuto precise e puntuali informazioni sui punti da noi richiesti con la nota del 20 aprile.
a) Lungomare: la tragica e triste situazione, da noi rappresentata alla terna commissariale con prontezza, sembra che debba protrarsi ancora per lungo tempo andando ad impattare in maniera massiva sulla fruibilità dei lidi, del lungomare e dell’immagine di Tropea. Da imprenditori, siamo molto preoccupati delle conseguenze che diverse attività economiche subiranno per tale stato di cose, per le imprese coinvolte ed i loro lavoratori. I tempi comunicati durante la riunione arrivano a metà agosto, si proprio Ferragosto, nella migliore delle ipotesi. Forse altre strade potevano essere percorse ma certamente non possiamo accettare queste tempistiche di intervento e soluzione. Inoltre, è nostra preoccupazione che l’intervento previsto a ripristino del lungomare, con un costo di € 350.000, senza un adeguato sistema a protezione dai flutti marini, potrebbe fare la stessa fine, ahinoi, di quello preesistente.
b) Acqua pubblica: sul punto abbiamo avuto amplissime rassicurazione. La città e le attività commerciali non avranno alcun problema grazie all’attivazione di un nuovo pozzo e alla riattivazione di un altro, oltre che ad un potenziamento in caso di necessità delle erogazioni da parte di SORICAL.
c) Depurazione: anche su tale fronte sono state fornite ottime notizie. Sarebbero stati erogati € 120.000,00 per una serie di interventi che garantiranno l’efficienza degli impianti, ragion per cui non ci dovrebbero essere problemi.
d) Raccolta rifiuti: su tale questione abbiamo offerto la nostra massima collaborazione consapevoli della scarsa attenzione per il problema da parte di alcune categorie. Partiremo con un’opera di sensibilizzazione nei confronti degli iscritti e, quanto agli albergatori, con iniziative volte a promuovere (mediante pubblicizzazione con i propri ospiti) i locali (ristoranti e bar) che più curano l’aspetto effettuando una buona raccolta differenziata. Tale nostra iniziativa, avrà effetti ottimali, se accompagnata da controlli più puntuali e da una premialità per le attività virtuose.
e) Viabilità: plauso per l’assunzione dei sette vigili stagionali cui dovrebbe seguire a breve una sistemazione di strade e segnaletica. Anche se in ritardo, gli interventi sono positivi. Si è evidenziata la necessità di sfruttare meglio i parcheggi esistenti e di tutelare maggiormente le aree più suggestive di Tropea. Tra le tante, quella a ridosso dell’Isola dove si assiste di anno in anno ad un vero e proprio bivacco di camper. Una vergogna cui si potrebbe porre immediata fine con l’apposizione di un semplice divieto di sosta.
f) Centro storico: bene la possibilità per le strutture alberghiere di poter comunicare in differita la targa dell’auto dei propri ospiti per le operazioni di carico e di scarico bagagli. Il cuore di Tropea va comunque meglio tutelato restringendo in modo significativo l’orario di accesso per il carico e scarico delle merci e limitandolo, inoltre, a mezzi adeguati dal punto di vista delle dimensioni. Auspicabile, inoltre, quanto ai mezzi destinati al trasporto pubblico (api calessino in particolare) un’iniziativa volta per limitare gli accessi ai soli veicoli elettrici.
Nel complesso esprimiamo soddisfazione per la disponibilità e l’impegno dimostrati dai commissari tuttavia, al momento, non riteniamo di poterne avallare l’operato. Vigileremo con attenzione sugli sviluppi, riservandoci di dare il nostro giudizio in un secondo momento. Ovviamente il tutto nello spirito di collaborazione che è proprio delle nostre associazioni e nella consapevolezza che, quasi certamente, ci troveremo di fronte alla terna commissariale anche la prossima stagione turistica 2018, appuntamento per il quale auspichiamo un nostro maggiore coinvolgimento a cominciare dall’uso della tassa di soggiorno il cui utilizzo, ad oggi, rappresenta un autentico mistero.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
TropeaInforma.it - Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/14 del 01/07/2014 (ISSN 2420-8280)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *