Nesci apre a Tropea la campagna elettorale e lancia un’iniziativa per la città

A Tropea (Vv) si è svolta nella serata di sabato 3 febbraio, presso l’ex sala udienze del tribunale, l’iniziativa pubblica con cui la deputata M5s Dalila Nesci ha illustrato il suo progetto di formazione civica per liberare la città dal condizionamento dei poteri illeciti. In concreto, nelle prossime settimane la parlamentare tropeana promuoverà incontri tematici sul buon governo del municipio e approfondimenti riguardo al ruolo del pensiero critico per l’indirizzo politico. Le consigliere comunali M5s di Amantea (Cs), Francesca Menichino e Francesca Sicoli, intervenendo a Tropea hanno anticipato la loro partecipazione ai prossimi incontri formativi sulla gestione dei Comuni. Nello specifico affronteranno temi come il bilancio, lo statuto, la trasparenza degli atti, i controlli sull’operato amministrativo e gli strumenti della democrazia dal basso. Tra l’altro, seguiranno incontri sulla gestione dei servizi sanitari nel territorio, a cura di Gianluigi Scaffidi, consigliere nazionale di Anao Assomed e collaboratore di Nesci in materia di sanità, e di Giacinto Nanci, medico e collaboratore della parlamentare, il quale si soffermerà sulla necessità di ripartire il Fondo sanitario alle Regioni secondo i dati di morbilità. Giovedì 15 febbraio, alle ore 18 presso Palazzo Santa Chiara, sempre a Tropea si terrà l’evento “Parole guerriere”, insieme al filosofo Marco Guzzi e alla stessa Nesci, che parleranno della necessità, per un reale cambiamento collettivo, di una visione profonda del rapporto tra individui e territorio, tra utopia e realismo, tra coscienza civile e nuove regole comuni. Significativo l’intervento di Silvia Vono, candidata M5s al Senato nel collegio uninominale di Vibo Valentia, che in sala si è presentata ai tropeani raccontando le sue battaglie per il territorio e dimostrando tenacia e un profilo politico di tutto rispetto. Nesci, che ha spiegato il perché della sua seconda candidatura alla Camera con 5stelle, sia nel collegio plurinominale Calabria Sud che nel collegio uninominale di Vibo Valentia, è stata diretta come al solito. «Il problema della Calabria – ha sottolineato – si chiama emigrazione. Lo sanno bene le vostre, le nostre famiglie, costrette a spendere tanti soldi per la formazione scolastica e universitaria di figli che non torneranno. Qui non c’è occupazione, non c’è possibilità d’impresa, non ci sono garanzie. Per questo si deve e si può voltare pagina, affidandoci la responsabilità del governo del Paese».

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
TropeaInforma.it - Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/14 del 01/07/2014 (ISSN 2420-8280)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *