Tutto pronto per le “Invasioni Digitali” a Zungri

Invadere un museo, un sito archeologico, un centro storico condividendo l’esperienza attraverso i social network: da questa semplice idea nascono le #InvasioniDigitali

I luoghi del patrimonio culturale invasi da chiunque voglia far conoscere e valorizzare la Bellezza del proprio Paese. Armati di smartphone, macchine fotografiche e videocamere condividere la propria passione per far conoscere, attraverso il web, il nostro immenso patrimonio. Un urban game utile a fornire una visione differente e collettivamente costruita dei luoghi della cultura, regalando loro nuova vita. E con questi intenti il movimento farà tappa a Zungri presso il rinomato sito rupestre “Insediamento rupestre degli Sbariati, domenica 7 maggio 2017. Un evento che radunerà centinaia di persone che vorranno documentare al meglio la bellezza dei luoghi.

Sabato 6 maggio, dalle ore 10:00 AM, avrà luogo la manifestazione culturale volta a promuovere il patrimonio storico, archeologico e culturale italiano. Un progetto, quello delle Invasioni Digitali, nato per diffondere la cultura digitale e l’utilizzo degli open data; mirando a formare e sensibilizzare i cittadini e le istituzioni all’utilizzo del web e dei social media alla promozione del territorio.
L’evento #InvadiAmoZungri, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Zungri, si svilupperà sotto forma di passeggiata culturale, lungo un percorso che si snoderà all’interno dell’Insediamento Rupestre degli Sbariati – uno dei più pregevoli esempi di popolamento antropico in Calabria – e verso altri punti di interesse storico-culturale del borgo zungrese: il Museo della Civiltà Rupestre e Contadina, la Chiesa della Madonna del Rosario; la Villa di Lourdes ed il Santuario della Madonna della Neve.
Attraverso l’utilizzo degli hashtag (i principali saranno #InvasioniDigitali ed #InvadiAmoZungri) e grazie alla condivisione sui vari social network, i partecipanti all’evento diverranno “co-creatori” – scattando foto e registrando video – dell’offerta culturale del borgo calabrese. Una grande opportunità di valorizzare e far scoprire il territorio, grazie al sano principio del “fare rete”.
“Capo Invasore” dell’evento sarà la coordinatrice del Insediamento Rupestre, l’Arch. Maria Caterina Pietropaolo che, insieme ad i suoi collaboratori, racconterà passo dopo passo la storia dei luoghi invasi. A coadiuvarla ci saranno delle esperte guide turistiche, il Dott. Dario Godano – espero di storia ed archeologia – ed il Dott. Antonio Michelangelo Varrà, travel designer calabrese.
#InvadiAmoZungri è organizzato e coordinato da una sinergia tra associazioni ed istituzioni. Oltre all’A.P.S. “Cosi Mali” – che per il terzo anno di fila organizza le “Invasioni Digitali” nella provincia di Vibo Valentia, la manifestazione avrà il sostegno del Touring Club di Lamezia Terme, del FAI di Vibo Valentia e delle associazioni “Art Contest” , “Bici Insieme paesaggi in movimento di San Costantino Calabro”, il “Club per l’Unesco” di Vibo Valentia e la guida di promozione turistica del territorio “ Pronto Estate”.
La manifestazione è senza scopo di lucro, apolitica ed aperta a tutti.

Autore dell'articolo: Raffaele Mancuso

Raffaele Mancuso
Membro delle forze dell'ordine nella Polizia di Stato, è fondatore e attuale presidente dell'associazione sportiva dilettantistica Atletica San Costantino calabro. Ha scritto articoli di vario genere per siti internet. Si occupa di sport, tradizioni ed eventi locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *