Sabato l’anteprima del documentario sui marinai di Tropea

Sabato 29 aprile, a partire dalle ore 18 presso la sala convegni di palazzo Santa Chiara, sita in largo Ruffa, il gruppo folk “Città di Tropea” terrà una conferenza stampa per commentare la vittoria conseguita in un prestigioso concorso nazionale. Si tratta del primo premio per il miglior documentario etnografico ricevuto durante il XXIII festival nazionale “Il Fanciullo e il folklore”, che quest’anno si è tenuto a Pesaro dal 7 al 9 aprile.
Il documentario si intitola “Riti e credenze nella cultura marinaresca di Tropea” e sarà presentato durante la conferenza stampa e proiettato in anteprima per l’occasione.
Il documentario realizzato dall’associazione presieduta da Andrea Addolorato riguarda  la secolare cultura dei pescatori di Tropea, che di recente ha catturato l’attenzione di etnografi e antropologi. Il lavoro è stato il frutto dell’impegno del giovane regista Nicola Marco Lorenzo, supportato dalle consulenze di natura storica del dottor Dario Godano. La voce narrante è affidata ai protagonisti del filmato, i pescatori, che raccontano le proprie usanze e svelano i legami alle tematiche religiose (fra tutte la processione della Madonna dell’Isola, che si svolge ogni 15 agosto lungo il tratto di costa tropeano), oltre ai rituali di natura apotropaica legati alla credenza del “malocchio”.
A raccontare l’attività della pesca e della lavorazione degli strumenti è il pescatore Gaetano Di Marzo (detto Zaino), che spiega i nomi e le caratteristiche dei venti marini e dei fenomeni atmosferici tipici della zona, come la cosiddetta “cuda’rattu” ossia la tromba marina (simile appunto a una coda di topo), alla quale erano destinati antichi rituali, tramandati di generazione in generazione nel giorno di Natale, destinati a “spezzarla”.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione

TropeaInforma.it – Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/14 del 01/07/2014 (ISSN 2420-8280)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *