Si è parlato anche di Tropea alla Bit

Chiude i battenti all’insegna del successo la fiera internazionale del turismo

 

BIT 2017 è la manifestazione fieristica più importante e famosa nel mondo del turismo, ed è ospitata dalla città meneghina. L’evento favorisce l’incontro tra decision maker, esperti del settore, buyers, layers e operatori orbitanti intorno alla galassia del turismo fina dal 1980. La Borsa Internazionale del Turismo in questa sua edizione segna primati con oltre 1.500 Hosted Buyer internazionali e italiani, più di 2.000 aziende partecipanti e oltre 60.000 visitatori professionali. La registrazione di un pieno di visitatori alla manifestazione milanese infonde ottimismo per la crescita del turismo e quindi di quella economica italiana. Soddisfazione anche tra gli organizzatori di BIT che in questa edizione hanno contribuito all’arricchimento della manifestazione con la messa in campo di scelte e tecniche di promozione turistica innovative rispetto al passato, con l’introduzione di importanti novità dei quattro settori che sono: Leisure, Luxury, MICE e Destination Sport. Gran successo anche per i tre percorsi di visita dedicati alle aree tematiche in forte crescita affiancati ai quattro settori e che sono: A Bit of Taste (enogastronomia), Be Tech (digital), BIT4Job, e I love wedding, elemento innovativo dedicato ai viaggi di nozze.
Novità anche per la location della Borsa Internazionale del Turismo ospitata quest’anno nelle nuove sedi di Fieramilanocity, l’innovativo quartiere fieristico cittadino, e il MiCo, uno tra i più grandi centri congressi d’Europa e del mondo.
Insomma la fiera negli anni attira un numero sempre maggiore di operatori turistici di tutto il mondo e un numeroso pubblico di visitatori, appassionati di viaggi, televisioni e stampa. Tutto questo evidenzia con forza, che la Borsa Internazionale del Turismo detiene il primato di vetrina mondiale del turismo.
A completamento della parte espositiva ha contribuito il ricco programma convegnistico, ancor più mirato, grazie a nuovi momenti di approfondimento di taglio pratico, studiati per mettere a disposizione degli operatori una vera e propria cassetta degli attrezzi sui «dove, come e quando» più hot dell’industria turistica futuristica.
Presenti in BIT tutte le regioni italiane che con la collaborazione degli organizzatori della fiera, della Regione Lombardia e del comune di Milano, hanno dimostrato buona capacità espositiva e promozionale attirando l’attenzione di numerosi visitatori e importanti operatori internazionali del turismo. Non è passata inosservata l’area dedicata alla promozione della Calabria che, a giudicare dall’area espositiva e dei mezzi impiegati, ha puntato di più sulla promozione turistica rispetto alle passate edizioni fieristiche meneghine. Tra i visitatori hanno presenziato all’evento numerosi rappresentanti delle autorità statali nazionali e locali, rappresentanti della politica e della stampa nazionale ed internazionale. Ottima l’iniziativa d’incontro tra i governatori di Calabria, Lombardia e del sindaco Sala che davanti agli organi di stampa hanno espresso la volontà di mettere in campo strategie collaborative a favore della crescita del settore turistico tutto. Subito parlando di Calabria il Governatore della Lombardia, Roberto Maroni si è lasciato andare in una dichiarazione inedita prima e ha espresso queste parole: “Io adoro il mare, quindi, il Mare della Calabria, Tropea numero uno, numero uno”. Oliverio intervenendo su Tropea dichiara: “Tropea è il simbolo, come dire, di un mare bello come diceva Maroni Prima, è una città bellissima è simbolo di una storia di tradizioni culturali ma anche di un luogo che offre ospitalità e relax”. Numerosissimi promotori dell’immagine della nostra Regione e gli imprenditori del nostro territorio, che si sono adoperati per far conoscere le eccellenze calabresi. Oltre al Governatore della Regione Calabria, era presente il presidente della terza commissione permanente “Sanità, Attività Culturali, Sociali e Formazione” l’onorevole Michele Mirabello, espressione politica del nostro comprensorio, che ha dichiarato: “ Il territorio della Costa degli Dei con Tropea e Capo Vaticano è indiscutibilmente l’icona del turismo per bellezze paesaggistiche e patrimonio storico culturale. Le caratteristiche proprie di questa area e la realtà imprenditoriale fiorente che vi insiste la pongono al centro delle politiche e della programmazione regionale”. Per quanto riguarda la promozione dei sapori,presso lo stand dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani all’inaugurazione, era presente lo Chef di origine Vibonese Cosimo Cirillo professore che da anni promuove le ricette della propria terra in Lombardia nelle aule dell’Istituto Statale Alberghiero “Giovanni Falcone” di Gallarate in provincia di Varese.
Nel settore dell’innovazione per la promozione turistica attraverso le nuove tecnologie e le nuove strategie di comunicazione attraverso internet, era presente alla BIT anche Antonio Simonelli, ideatore del portale turistico CalabriaGo e di un importante agenzia turistica con sede a Tropea che ha dichiarato: “anche quest’anno siamo presenti a BIT con CalabriaGo nuova Web Agency Turistica per promuovere fortemente le potenzialità naturali, storiche e culturali del nostro bellissimo territorio. Notiamo con amarezza l’assenza di immagini della nostra costa agli stand istituzionali della Regione Calabria”.
Ma proprio Tropea e il suo mare non sono passate inosservate all’evento. La mancanza di rappresentazioni iconiche di Tropea e del suo mare è stata sopperita dalle lodi intrise di carica emotiva e affettiva da parte dei numerosi rappresentati del mondo della politica : dal Governatore della Calabria al Governatore della Lombardia Roberto Maroni. Inorgoglisce l’affermazione del governatore Padano : ”Tropea numero uno”. Tropea, quindi, è regina del turismo nel cuore di tutti.

Autore dell'articolo: Maria Vittoria Grillo

Maria Vittoria Grillo

Diplomata presso il liceo classico “Pasquale Galluppi” di Tropea, ha collaborato con varie testate locali e ora sta conseguendo l’abilitazione per l’insegnamento nella scuola primaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *