Un ex docente e un ex studente al Campus della Legalità

Non si arresta la falcata del decimo Campus della Legalità che, giovedì 23 Febbraio, accoglie due personalità molto care al Galluppi: si tratta del professore Luciano Meligrana e dell’ex studente Antonio Il Grande. Un ritorno fra quelle mura, quella realtà nella quale trascorsero molto tempo. Ritornano ora arricchiti di esperienze, che si propongono di condividere con i ragazzi del Liceo Classico tropeano.
Il Grande, quasi un anno fa, pubblicò il proprio romanzo d’esordio, “Nella terra dei sogni proibiti”: aveva allora solamente diciannove anni, ma tanta ambizione, una sconfinata passione per la scrittura. Un racconto, il suo, dell’edizione di un romanzo, ma non solo; quelle pagine raccolgono anche le sue incertezze, le sue riflessioni, lo sguardo di un giovane che cerca di scoprire, di rispondere alle domande che lo accompagnano. Un romanzo che raccoglie insomma la sua sfida. Una sfida che cerca di far rivivere a giovani, pressappoco coetanei.
“La terra che fa da sfondo nel romanzo – asserisce il giovane scrittore – non è solo fisica , ma anche allegorica: sono le circostanze la vera proibizione. Ho cercato quindi di permeare il mio scritto di valori: nella scrittura si traduce il linguaggio della vita in una storia, le emozioni inconsce in scrittura.” Il dibattito, tuttavia, non si esaurisce nella presentazione del romanzo. Contestualizzazioni, riferimenti, consigli: ecco come Antonio riesce a connettere i poli di temi caldi e a nutrire l’interesse dei ragazzi. Il Grande, insomma, dà un biglietto agli studenti: li mette in viaggio, propone loro una sfida, contro sé stessi e contro il lato malsano della società. Inoltre, la presenza del professore Rizzo, docente di storia e filosofia, carica il dialogo del peso che gli spetta.
L’insegnamento della quarta giornata del Campus è, pertanto, tutt’altro che trascurabile. Il dibattito con gli altri ospiti ha messo sì in campo esperienze ricche, tuttavia superate, a mo’ di sorriso all’indomani della tempesta; Antonio, dal canto suo, racconta una storia in divenire, ancora da definirsi: insomma, come una luna in pieno pomeriggio, che si prodiga per prendere forma, luce, che attende di essere osservata nella sua completa luminosità.

Autore dell'articolo: Antonio La Rosa

Antonio La Rosa
Studente presso il liceo ginnasio statale "Pasquale Galluppi" di Tropea, è membro della redazione del giornale scolastico "Tropea School" dell'Istituto superiore cittadino sulla piattaforma Albopress di Albo Scuole, il circolo della stampa online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *